12 novembre 2020

๐‚๐จ๐ฏ๐ข๐๐Ÿ๐Ÿ— โ€“ ๐‚๐จ๐ฌ๐š ๐ฌ๐ข ๐ฉ๐ฎ๐จฬ€ ๐Ÿ๐š๐ซ๐ž ๐ž ๐œ๐จ๐ฌ๐š

faq
๐ŸŸ ZONA ARANCIONE: Dopo l'incontro con la Prefettura di Siena e gli altri sindaci del territorio, tenendo conto delle FAQ governative, ecco le risposte alle domande piรน frequenti

SPOSTAMENTI: Nell’area arancione è consentito spostarsi esclusivamente all’interno del proprio Comune, dalle 5 alle 22, senza necessità di motivare lo spostamento. Dalle 22 alle 5 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Inoltre sono vietati, 24 ore su 24, gli spostamenti verso altri Comuni e verso altre Regioni, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di studio o di salute o per svolgere attività o usufruire di servizi non disponibili nel proprio Comune.

AUTOCERTIFICAZIONE: Dalle 5 alle 22 non è necessario motivare gli spostamenti all’interno del proprio comune. Per spostamenti verso altri Comuni, nonché dalle 22 alle 5 anche all’interno del proprio comune, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti, anche mediante auto-dichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali. La veridicità delle auto-dichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi e l’accertata falsità di quanto dichiarato costituisce reato. La giustificazione del motivo di lavoro può essere comprovata anche esibendo adeguata documentazione fornita dal datore di lavoro (tesserini o simili) idonea a dimostrare la condizione dichiarata.

RESIDENZA O DOMICILIO: Si può rientrare nel propria residenza o domicilio, anche dopo 11 novembre. Successivamente, gli spostamenti saranno consentiti solo negli ambiti di stretta necessità e all'interno del Comune dove si è fatto rientro.

ABITAZIONI PRIVATE: è fortemente raccomandato non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza. È consigliato lavorare a distanza, ove possibile, o prendere ferie o congedi.

SPOSTAMENTI NELLA SECONDA ABITAZIONI: No, non è possibile effettuare spostamenti nella seconda abitazione, se Non per interventi urgenti e non procrastinabili

ASSISTENZA A PARENTI O AMICI: Sì, può assistere un parente o un amico non autosufficienti e quindi non sono previsti limiti orari. Nel caso si tratti di persone anziane o già affette da altre malattie, ricordate però che sono categorie più vulnerabili e quindi cercate di proteggerle dai contatti il più possibile.

FIGLI DISTANTI DALLA PROPRIA DIMORA: Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Comuni di aree differenti.

ASSISTENZA FIGLI: Questo spostamento è ammesso solo in caso di estrema necessità, se entrambi i genitori sono impossibilitati a tenere i figli con sé per ragioni di forza maggiore. Ove possibile, è assolutamente da preferire che i figli rimangano a casa con uno dei due genitori che usufruiscono di modalità di lavoro agile o di congedi.

PARRUCCHIERI/ESTETISTE: Non è possibile andare in un altro Comune per usufruire del servizio se nel tuo Comune esistono tali professionalità

SPESA ALIMENTARE FUORI COMUNE: E' possibile effettuare la spesa, preferibilmente con una cadenza periodica di 7 - 10 giorni e solo per una persona per nucleo familiare. Tale esigenza dovrà essere esercitata mediante la compilazione di una “autocertificazione” ed entro stretti limiti individuabili nel concetto di “vicinanza” e, cioè, per il raggiungimento il punto vendita della grande distribuzione situato nel territorio di un comune limitrofo o, comunque, nel rispetto del concetto di “minima distanza”.

IN AUTO: Sì può utilizzare auto con persone non conviventi, purché siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. Inoltre è possibile accompagnare il coniuge a lavoro perché privo di patente e servizi pubblici.

OLIVETI E FRANTOI: è possibile recarsi in un altro Comune per la raccolta delle olive o per altre attività di orti fino a eventuali interventi regionali. Inoltre è possibile portare olive a frantoi fuori dal Comune se non c’è un frantoio nel proprio.

ANIMALI: Ci si può spostarsi per accudire animali se vivono in altro Comune, sempre seguendo il principio della minima frequenza.

CACCIA: non è attività vietata quindi la si può fare solo all'interno del Comune di residenza, non è consentita fuori dai confini di residenza o domicilio. In attesa di eventuali precisazioni regionali.

PASSEGGIATE, CORSA e BICI: E' consentita solo all'interno del proprio Comune.

CENTRI DIURNI: L'assistenza ai disabili e l'accesso ai centri diurno prosegue senza limitazioni

MATRIMONI: rimangono ferme esigenze di distanziamento, mascherine e limiti di capienza degli ambienti chiusi, è consentito lo spostamento di testimoni da un altro Comune.

torna all'inizio del contenuto