Accreditamento degli Operatori Individuali

Accreditamento degli Operatori Individuali (Assistenti Familiari/Badanti) l.r. 82/2009 e s.m.i

L'accreditamento come Operatore Individuale può essere ottenuto attraverso la presentazione dell'istanza di accreditamento al Comune dove è domiciliato. L'istanza deve essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso questo indirizzo: http://www.suap.toscana.it/star

Per completare correttamente la procedura occorre essere in possesso di CNS o CIE o SPID e certificato di firma digitale.

L’operatore individuale può delegare o avvalersi della procura speciale per la compilazione e/o trasmissione dell’istanza.

L’operatore individuale deve essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

– rapporto di lavoro in corso in campo assistenziale comprovato dall’iscrizione all’INPS

– aver maturato una esperienza professionale in campo assistenziale di almeno 3 mesi comprovata dall’iscrizione all’INPS

– attestato di formazione in campo assistenziale

L’accreditamento è obbligatorio quando la famiglia riceve un contributo pubblico (per es.: assistenza domiciliare indiretta contributo badante – servizi finanziati dal POR-FSE – progetto regionale Pronto Badante…)

L’accreditamento è valido su tutto il territorio regionale.

L’operatore individuale accreditato resta tale fino alla rinuncia e/o alla cancellazione per mancanza di requisiti.

Di seguito il link alla nota informativa esplicativa dell'iter di accreditamento:

Guida pratica accreditamento BADANTI

Di seguito l'elenco degli Operatori Individuali assistenti familiari (badanti) aggiornato al 15.05.2024:

elenco operatori individuali badanti al 15.05.2024

 

Con il decreto RT n.19932/2023 è stato modificata la modulistica di accreditamento per gli operatori individuali e conseguentemente l’apposita sezione sul Sistema Star/Suap.

Le modifiche sono le seguenti:

 - per I nuovi accreditamenti è presente una nuova sezione “ulteriori dichiarazioni” nella quale l’assistente familiare che richiede l’accreditamento deve autorizzare o non autorizzare il comune alla diffusione e comunicazione dei propri dati di contatto (indirizzo mail e numero di telefono);

 - per consentire a chi è già accreditato di dare la propria autorizzazione, nel caso lo desideri, all’inserimento dei propri dati di contatto negli elenchi che vengono diffusi e comunicati a soggetti interessati è creato un nuovo endoprocedimento chiamato “accreditamento variazione” che consente di integrare una precedente istanza senza andarne a modificare gli elementi sostanziali inerenti il rilascio dell’accreditamento.

torna all'inizio del contenuto