Seguici su

14 gennaio 2019

Servizi educativi pubblici, Comune rimborsa 25% sulle rette

A renderlo possibile l’adesione a progetto presentato dalla Regione Toscana per beneficiare di un contributo Miur. L’assessore alle politiche sociali Mannucci: «Un sostegno concreto per venire incontro alle sigenze delle famiglie che vivono nel nostro territorio e usufruiscono dei nostri servizi»

Abbattimento dei costi per le famiglie che hanno beneficiato dei servizi educativi comunali per la fascia di età 0-3 anni. Il Comune di Sinalunga, grazie all’adesione ad un progetto presentato dalla Regione Toscana, ha beneficiato di un contributo del Miur (Ministero Istruzione Università e Ricerca) che permette il rimborso del 25% delle rette annuali per l’accesso ai servizi dei nidi di infanzia pubblici: il nido d’infanzia L’Aquilone di Sinalunga (gestito direttamente dal Comune) e il nido d’infanzia Le Nuvole di Guazzino (gestione esternalizzata).

«Un sostegno concreto per venire incontro alle esigenze delle famiglie che vivono nel nostro territorio e usufruiscono dei nostri servizi – dichiara l’assessore alle politiche sociali Laura Mannucci – un aiuto a parziale rimborso delle spese sostenute per accedere a servizi pubblici dall’elevato standard qualitativo».

Il contributo erogato dal Miur, dell’importo di oltre 42mila euro è stato suddiviso in due tranche: il primo per il rimborso delle rette relative al periodo gennaio/luglio 2018 e il secondo per il periodo settembre/dicembre 2018. Le famiglie interessate dal provvedimento saranno contattate in questi giorni dall’amministrazione comunale per espletare tutte le modalità di rimborso. 

 

 

torna all'inizio del contenuto