Operatori uffici turistici. Partito a Sinalunga il corso di formazione per volontari servizio civile

Organizzato dalle Pro Loco della Toscana e durerà cinque giorni
L’apertura del corso in sala del consiglio con il sindaco Agnoletti

«La formazione è fondamentale – ha detto in apertura il sindaco di Sinalunga, Riccardo Agnoletti, rivolgendosi ai partecipanti - per poter dare un contributo sempre più professionale e puntuale. Avete una grossa responsabilità, perché molti comuni, in particolare quelli di medie e piccole dimensioni, fanno affidamento su di voi per quanto riguarda promozione ed accoglienza e perché sarete il primo contatto fra il turista ed i nostri territori. Un grazie alla Cgil e alla Elkor per la disponibilità e la sensibilità dimostrata». All’apertura del corso di formazione hanno partecipato il presidente della Pro Loco di Sinalunga Gianni Vagnoli ed il segretario della Cgil provinciale di Siena Claudio Guggiari.

Il corso della durata di cinque giorni (e 45 ore complessive) si terrà alla sede della Cgil di Pieve di Sinalunga, e nella sala conferenze dell’azienda Elkor leader nel settore delle costruzioni elettroniche e antenne Tv e vede la partecipazione di venti giovani delle province di Siena e di Arezzo.

 

Come ha ricordato Emanuela Olobardi, ufficio servizio civile delle Pro Loco della Toscana, durante il corso si parlerà del ruolo di Unpli (Unione nazionale pro loco d’Italia), di informazione ed accoglienza turistica, di promozione, realizzazione pacchetti turistici ed itinerari, aggiornamento siti internet degli uffici turistici. 

Ha ricordato la collaborazione fra la Pro Loco di Sinalunga e l’Amministrazione comunale, il presidente della Pro Loco Gianni Bagnoli: «Molto importante collaborare con l’amministrazione per quanto riguarda la promozione del territorio – ha detto – attraverso la gestione dell’ufficio turistico in particolare, per il quale abbiamo sempre creduto nel servizio civile».

 «Turismo vuol dire occupazione per questo territorio – ha commentato il segretario provinciale Cgil, Claudio Guggiari –, anche per questo motivo abbiamo volentieri messo a disposizione la nostra sede locale per ospitare il corso, visto che c’era questa esigenza, collaborando con l’amministrazione comunale».