Moni Ovadia sul palco del Pinsuti con "Il registro dei peccati"

Sabato 14 gennaio ore 21. Lo spettacolo è un recital-reading sul mondo khassidico; una rapsodia lieve per racconti, melopee, narrazioni e storielle

Sarà Moni Ovadia, insignito della Cittadinanza Onoraria del Comune di Sinalunga, ad inaugurare il 2017 del Teatro “Ciro Pinsuti”. L’appuntamento a Sinalunga è per sabato 14 gennaio con “Il registro dei peccati” (ore 21). Lo spettacolo è un recital-reading  sul mondo khassidico; una rapsodia lieve per racconti, melopee, narrazioni e storielle.

Il khassidismo è la celebrazione della fragiità umana e della sua bellezza, in quella celebrazione si riconosce la maestà ineffabile del divino che non si vede, il cui nome è impronunciabile, e ciò nonostante con quel divino  si intrattengono relazioni di familiarità e persino di prossimità irriverente, senza che questa contraddizione trascorra mai nella blasfemia. Moni Ovadia conduce per mano lo spettatore verso un mondo straordinario che è stato estirpato dal nostro paesaggio umano e spirituale dalla brutalità dell’odio, ma che ci parla e ci ammaestra anche dalla sua assenza  attraverso un’energia che pulsa in chi la sa ascoltare ed accogliere perché sente di potere costruire in sé, per sé e per l’altro, un essere umano migliore, più degno e più consapevole del proprio statuto spirituale.

Per informazioni e prenotazioni: Biblioteca Comunale di Sinalunga tel. 0577 631200 e.mail: biblioteca.comune.sinalunga@inwind.it