Giornata della Memoria, Sinalunga ricorda l'orrore della Shoah

Sabato 28 gennaio dalle ore 10 gli appuntamenti promossi dall’amministrazione comunale
L’assessore alla cultura Licciano: «L’obiettivo è quello di mantenere viva la memoria veicolandola nella storia futura, proprio per non dimenticare quello che fu affinché non si ripeta»

Una giornata per non dimenticare l’orrore della Shoah. E’ quella in programma sabato 28 gennaio a Sinalunga nell’ambito del calendario di eventi della Giornata della Memoria che si celebra in tutta Italia il 27 gennaio. Il programma prevede alle ore 10 la scopertura delle targhe ricordo dedicate a Davide Zimet ed al Popolo Ebraico al cimitero comunale di Rigaiolo per poi proseguire con la presentazione dei volumi: “Il volo di Fejga”, “Himmelkommando”, a cura di Emanuele Grieco per la collana dei Quaderni Sinalunghesi, serie “i piccini”, anno 2017 riservata agli alunni delle scuole (ore 11 – Istituto scolastico comprensivo). Nel pomeriggio in biblioteca comunale i volumi saranno presentati a tutta la cittadinanza con le letture a cura degli allievi del Laboratorio Teatrale del Teatro Comunale “Ciro Pinsuti” (ore 16,30).

«Sinalunga ha vissuto questo tragico evento storico come tantissimi altri paesi non direttamente coinvolti nell’eccidio, da lontano – dichiara l’assessore alla cultura del Comune di Sinalunga Emma Licciano -: dai libri di storia, dai romanzi di autori  e testimoni ebrei, poi tramite i media in modo più o meno approfondito, grazie al Giorno della Memoria sempre più sentito, dai programmi della televisione, dal cinema e dalla cultura in genere, fino al 2016, quando con una testimonianza abbiamo diffuso con il Quaderno sinalunghese “David e Francesca ebrei internati a Sinalunga” la storia della famiglia Zimet di ebrei polacchi vissuta da internata nella nostra comunità negli anni 1941/ 45 in una casa del centro storico. L’obiettivo è quello di mantenere viva la memoria veicolandola nella storia futura, proprio per non dimenticare quello che fu affinché non si ripeta, perché aiutino nella riflessione soprattutto le nuove generazioni che naturalmente si allontanano dal passato e sono distratte dall’oggi e dal domani».

Nell’ambito delle celebrazioni del Giorno della Memoria, nel mese di marzo è in programma l’incontro con Sami Modiano, testimone della Shoah e già cittadino onorario di Sinalunga. L’iniziativa, promossa per gli alunni dell’Istituto Scolastico Comprensivo, è aperta a tutta la  cittadinanza