Il sinalunghese Capanna si conferma campione italiano su auto storiche, il Comune gli rende omaggio

Dante Capanna, sinalunghese doc, già campione Italiano di velocità in salita su auto storiche, conquista il terzo scudetto tricolore quale vincitore del campionato italiano di velocità in salita su auto storiche 2016, e non solo, è anche il primo classificato nel Challenge Italiano di piloti di auto storiche.  Il Comune di Sinalunga ha voluto celebrare il suo campione, consegnandogli una targa di riconoscimento per i grandi risultati e le molteplici vittorie, molte delle quali conseguite grazie anche alla sua auto storica, la mitica Alfa 33.

«Ricevere questa targa è stato per me molto emozionante – ha dichiarato Capanna -. Anche se sono stato lontano per lavoro mi sento sinalunghese. È la mia casa, sono molto onorato. Questo premio mi lega ulteriormente alla comunità di Sinalunga».

«Era giusto premiare Dante che, oltre a essere un pluricampione, è un personaggio che dà onore e lustro a Sinalunga portando il nome della nostra città in alto in Italia» ha aggiunto Riccardo Agnoletti sindaco di Sinalunga.

I 77 anni del fuoriclasse del volante continuano a non pesare sui risultati e sull'attività agonistica di Dante che ha ereditato la passione delle gare su strada dal padre Ferruccio che partecipò a due edizioni della Mille Miglia dei tempi storici. Un personaggio unico che ha un amore autentico e totale per la guida e la velocità, se si pensa che è stato pilota di aerei, perfino i boeing dell'Alitalia. Anche le origini della sua passione sono collegate con il territorio e con un personaggio che i più anziani ricordano bene, il proprietario dell'"Uccelliera", il primo autobus in servizio fra Sinalunga e Bettolle, che contagiò Dante con la "malattia" delle corse.

Un tour nella sua officina è un viaggio nella memoria fra le auto da corsa del passato. Qui troviamo tre autovetture d’epoca che Dante utilizza a rotazione nelle corse in salita: una Fiat 500 del 1965 elaborata 700 con la quale vinse una corsa nel Mugello nel 2005, una 112 Abart 70 cv del 1980, guidata nel campionato italiano del 2010 e un’Alfa Romeo 33 Quadrifoglio Verde del 1985 utilizzata per il campionato dello scorso anno. È proprio con l'Alfa Romeo che ha vinto sette gare in giro per l’Italia nel 2015, dal Sestriere, a Bologna, dal Terminillo, all’Abetone, ma anche nella nostra provincia come nella coppa del Chianti a Castellina.

Lui stesso poi pensa alla messa a punto e alle modifiche tecniche per rendere le sue auto sempre più competitive.

«Dante Capanna - dice l'assessore allo sport Vanessa Bastreghi – il “Pilota Volante”, come lui si definisce, è un altro nostro personaggio sportivo, che ha contribuito a portare Sinalunga nelle cronache sportive nazionali, così come la sua plurivittoriosa Alfa 33, che è stata esposta e celebrata in occasione dell’annuale fiera di auto e moto d’epoca organizzata al Centro Congressi di Arezzo. Oltre ai risultati e alle vittorie conseguite, continua l’Assessore, dobbiamo sottolineare la grinta e l’entusiasmo di Dante, che a 77 anni continua ad emozionare con le sue grandi imprese. Quindi, aspettiamo di vedere come riuscirà a sorprenderci in futuro».